Premio Parco Eternot, 30 aprile 2024


Questo riconoscimento è dedicato a individui, enti e amministrazioni che si sono distinti nell’impegno profuso per la cura, la ricerca, la divulgazione dell’informazione, oltre che in significative azioni di bonifica, battaglie sociali e legali legate ai danni causati dall’amianto.

Il Premio Vivaio Eternot sarà consegnato ufficialmente durante il palinsesto di eventi dedicati alla Giornata Mondiale delle Vittime dell’Amianto, che si terrà martedì 30 aprile 2024 a Casale Monferrato.

Modalità di Candidatura:

Le candidature potranno essere inviate dal 19 febbraio al 19 marzo 2024 scrivendo a premioeternot@comune.casalemonferrato.al.it . Nella comunicazione, sarà necessario indicare il nome e cognome del candidato (se persona fisica) o la ragione sociale (se ente o associazione), un contatto telefonico e allegare una lettera motivazionale di massimo 3000 battute.

Il Premio:

Il Premio Vivaio Eternot, è una pianta di Davidia Involucrata, conosciuta anche come “albero dei fazzoletti“, parte integrante del monumento vivo Vivaio Eternot, situato nel Parco Eternot: un vivaio che genera piante sul terreno dove un tempo era la fabbrica Eternit. Il Premio è destinato a coloro che si sono impegnati a contrastare la presenza di Eternit e le malattie derivate, sia a livello pratico che a livello di informazione pubblica e sensibilizzazione collettiva.

Il Comitato Organizzatore:

Il processo di valutazione delle candidature è affidato al Comitato Organizzatore, composto dal Sindaco di Casale Monferrato Federico Riboldi, dal presidente di Afeva Giuliana Busto, dall’artista Gea Casolaro, creatrice del Vivaio Eternot, e da sette membri invitati annualmente. Questi ultimi sono scelti tra operatori culturali, giornalisti, scrittori, ricercatori, medici, rappresentanti di istituzioni, e associazioni impegnati nella tutela dell’ambiente.